gennaio 2019


Le attività selvicolturali dei primi 6 mesi dell’anno hanno visto la messa a dimora di circa 30 nuove essenze arboree, principalmente Olmo ciliato (Ulmus laevis), Tiglio (Tilia cordata) e Ontano (Alnus glutinosa). Sono state piantate prevalentemente a sud del tracciato autostradale, in piccole aree con falda freatica piuttosto superficiale, dove erano già presenti radi Olmi e Aceri campestri. Sono stati introdotti anche due esemplari di Salix rosmarinifolia, forniti dal vivaio forestale della Regione, piccolo arbusto piuttosto raro per la drastica riduzione del suo habitat naturale nella pianura padana.

 

E’ proseguita la sperimentazione di salvaguardia dei giovani semenzali di Farnia. Delle circa 60 piantine seguite lo scorso anno, alla fine dell’inverno, ne sono state individuate 46 che sono state sottoposte nuovamente a 3 trattamenti successivi con soluzione acquosa a base di zolfo. Molte hanno dimostrato un buon sviluppo fogliare ma si dovrà attendere il prossimo autunno per una valutazione più accurata.

...............

 

puoi proseguire la lettura nell'allegato


Documenti Allegati

Torna indietro...